#FeedYourMind with Robotics for Autism | Daniele Lombardo

TEDxMatera 2015 - Feed Your Mind
16 maggio 2015

L’attività è tutta incentrata sul rapporto uomo-macchina in cui il robot entra nella quotidianità fino a poter essere considerato un supporto innovativo nel trattamento dell’autismo. Il Progetto TREAT (Therapeutic Robot in Experimental Autism Therapy) premiato anche da Working Capital nel 2013, nasce infatti con questa finalità: realizzazione di una nuova terapia sperimentale per il trattamento dell’autismo. Si basa sulla piattaforma roboMate e sulla programmazione di robot tramite alcuni software realizzati esclusivamente dal nostro team. Una realtà nata anche grazie al supporto del Centro Nazionale della Ricerca IFC che ha sede a Messina. L’equipe di ricerca si è subito resa conto di quanto i robot umanoidi possano essere utili nello studio di trattamenti che riguardano questo disturbo, pur non arrivando a curarlo. Così è iniziato un percorso di studio delle casistiche specifiche e di sviluppo di ulteriori “Behaviours” per social robot.

La passione per i Robot nasce con Actarus, Hiroshi, Tetsuya al finire degli anni 70.
Col passare degli anni la nostra passione ci ha portati a “comandare” anche nella realtà una nostra piccola flotta di robot (impegnandoci con dedizione nella lotta ad un male dei nostri giorni).
Nel 2012 creiamo Behaviour Labs: una startup innovativa con sede a Catania per “dare un’anima” a robot umanoidi; lo scopo è infatti che automi e uomini possano convivere armoniosamente nel nome dell’utilità reciproca tramite soluzioni di edutainment, operando nel mondo della cosiddetta “Health robotics” che oggi contribuisce a studiare disturbi come l’autismo.
Così è iniziato un percorso di studio delle casistiche specifiche e di sviluppo di ulteriori “Behaviours” per social robot.