Un Ponte fra Culture | Nabil Bey

TEDxMatera 2017 - CulturalMaker
25 giugno 2017

 

Un ponte fra culture. Questo Nabil ha voluto fare della sua musica, uno strumento di dialogo fra la cultura d'origine, libanese, e quella italiana che lo ha accolto. Sperimentazioni che portano a riconoscere in entrambe le culture dei mentori di riferimento, come Domenico Modugno, di cui Nabil ha tradotto e cantato in arabo alcune delle opere più note. Nabil Salameh, cantautore, scrittore e giornalista. Nasce a Tripoli del Libano. Si trasferisce in Italia negli anni ottanta per terminare gli studi universitari in ingegneria
elettronica. Nel 1988 dà vita alle prime esperienze di musica world in Italia fondando il gruppo musicale degli Al Darawish.
Nel 1997 forma i Radiodervish, una delle realtà più affermate di world Music in Italia.
Dodici dischi all’attivo.
Dal 1998 al 2007 lavora come corrispondente in Italia per Al Jazeera.
Dal 2014 è docente di storia della musica araba al Conservatorio Nino Rota di Monopoli (BA).
Moltissime collaborazioni prestigiose, tra le quali Franco Battiato, Massimo Zamboni, Noa, Nicola Piovani, Stewart Copeland, Giuseppe Battiston, Carlo Lucarelli e tanti altri Autore di numerosi lavori di traduzioni dall’arabo e relatore in moltissime conferenze
sulla cultura e sulla musica del mondo arabo.
La sua ultima pubblicazione di traduzioni poetiche è la raccolta “Le mie poesie più belle” del grande poeta siriano Nizar Qabbani pubblicata da Jouvence nell’Aprile del 2016.